<BGSOUND src="/suono.mp3">
<BGSOUND src="/suono2.mp3">
<BGSOUND src="/suono3.mp3">



Noemi Moscetta era una ragazza che a poco più di venti anni muore in un tragico incidente mentre cercava di coronare il sogno della sua vita.

Nata a Roma il 13/12/1984, perde la sua vita il 20/01/2008 nei pressi di Bastia Umbra mentre si addestrava in un volo notturno (IFR) per conseguire la licenza di pilota di linea. Insieme a lei muore anche l'istruttore Antonino Sarica.

Noemi sin da bambina si era innamorata del volo e, con brillanti risultati, frequentò l'Istituto Tecnico Aeronautico "F. De Pinedo" di Roma. Conseguita la maturità tecnica aeronautica con 100/100 e la licenza di pilota privato fu chiamata dalla compagnia aerea Air One per uno stage di tre mesi, che al termine fu convertito in un contratto a tempo indeterminato.

Anche nel lavoro Noemi si distinse: preparatissima, non si risparmiava mai, lavorava più del dovuto mostrando sempre un altissimo senso della responsabilità. Insieme a due suoi colleghi, Fabrizio Liberatori e Massimiliano Bazzocchi, aveva fondato un ufficio strategico per il controllo (m.c.c.), la manutenzione e il monitoraggio delle avarie di piccola e grande entità, la prevenzioni dei guasti e la gestione del materiale. Faceva turni assurdi e si manteneva a disposizione anche di notte e nei giorni liberi.

Contemporaneamente continuava lo studio e l'addestramento per conseguire il brevetto di livello superiore presso la scuola di volo Aviomar all'aeroporto dell'Urbe, per il quale investiva tutto il suo tempo e i suoi soldi.

Il 20/01/2008 era una bellissima giornata, la prima giornata libera da più di due mesi e Noemi aveva deciso di completare le ore di volo notturno in ifr.

cosa hai sentito quando lo schianto ti ha uccisa,
quando anche il cielo di sopra è crollato,
quando la vita è fuggita


Successive indagini evidenziarono che uno strumento di volo, l'orizzonte artificiale, non funzionava correttamente a causa di una manutenzione poco corretta (un filtro di 12,00 dollari non sostituito).

L'associazione, fondata in ricordo di Noemi, si propone di aiutare ragazzi volenterosi e impegnati per la realizzazione dei loro sogni, collaborando anche con altre associazioni aventi gli stessi obiettivi.